23° EUROPA SYMPOSIUM DI BIOARCHITETTURA

AddThis Social Bookmark Button

23° EUROPA SYMPOSIUM DI BIOARCHITETTURA

L'edilizia scolastica in Italia
Nuove vie per la Bioarchitettura
Tecniche e processi ecologici per l'edilizia della scuola di qualità
Giovedì 23 ottobre 2014, alle ore 9.00
Presso la Fiera di Bologna SAIE,
Sala Bolero
 
Per la partecipazione al convegno verranno riconosciuti 3 Crediti Formativi Professionali da parte del Consiglio Nazionale Architetti.
Su richiesta verrà rilasciato attestato di frequenza.
 
PROGRAMMA COMPLETO
www.bioarchitettura-rivista.it/comunicati/INVITO_SYMP_2014.pdf
 
PROGRAMMA ORE 9.00
Saluti
Carlo Monti, ingegnere, Università di Bologna
Il trend del real estate verso il bello, buono e giusto.
La scuola, condensatore sociale
Paolo Buzzetti, ingegnere, presidente Ance, Roma
Vecchia storia, nuovi contenuti: riqualificare la scuola di Pullheim
Christian Schaller, architetto e urbanista, Colonia, (D)
La trasformazione di un "nonluogo" in un luogo: il complesso scolastico Ferraris di Empoli e il recupero di S. Orsola a Firenze
Luigi Ulivieri, architetto, Firenze, docente laboratorio edilizia scolastica, Univ. Firenze
L'edificio accogliente, la nuova scuola ecologica, economica e antisismica di Pieve di Coriano (MN)
Julius Natterer, ingegnere, Losanna (CH)
Criteri d'intervento replicabili per il risanamento di edifici in contesti storici
Magdalena Leyser Droste, architetto, ILS, Land Nordrhein Westfalen (D)
Vedere la realtà significa agire, l'alfabetizzazione energetica nella scuola a Reggio Emilia
Norberto Vaccari, architetto, Reggio Emilia, 
Paola Cardelli, dott.ssa Scienze agrarie, Reggio Emilia
Interazione tra efficienza energetica e benefici economici
Ulrich Santa, ingegnere, direttore Agenzia CasaClima Bolzano
Conclusioni
Roberto Zalambani, Segretario Generale Unaga, Unione delle Associazioni regionali dei Giornalisti di ambiente, energia e territorio della FNSI
Coordina
Wittfrida Mitterer, prof.ssa Università di Innsbruck, presidente Fondazione Italiana di Bioarchitettura®
 
Dalla riqualificazione alla nuova costruzione bella, biocompatibile ed ecosostenibile. Questo il Leitmotiv dell'evento internazionale che anche quest'anno sarà ricco di indicazioni, suggerimenti e strategie tecniche nello scenario progettuale mutato: molti nuovi obiettivi sono entrati nell'orizzonte quotidiano e l'ecologia tra questi. Man mano che l'architettura, ordinaria e straordinaria, quela creativa degli abitanti e non quela egocentrica dell'architetto, acquisisce connotati di sostenibilità e di varietà, le problematiche s'intrecciano. Verranno così offerte soluzioni concrete, attraverso un approccio progettuale umanistico che privilegi la tecnologia slow, le energie green, le risorse naturali, il tessuto connesso, le relazioni e lo spazio quotidiano, che diventano riferi mento pedagogico.
 
La scuola deve diventare amabile. Target privilegiato sono gli operatori che quotidianamente agiscono sul territorio come progettisti, tecnici, politici e funzionari pubblici. Ma l'iniziativa costituisce tuttavia anche importante occasione di diffusione culturale ed aggiornamento professionale e tecnologico per gli universitari, operatori del prossimo futuro all'interno della green economy.
 
Tra i relatori alcuni dei protagonisti del rinnovamento europeo dell'architettura per l'uomo e l'ambiente, funzionari pubblici che hanno intrapreso azioni concrete per una più alta qualità ecologica, esperti e progettisti che nel corso degli anni hanno messo a punto e verificato dettagli e soluzioni progettuali per una edilizia corretta.
 
Convegno internazionale organizzato da:
Fondazione Italiana Bioarchitettura®
Partner dell'iniziativa:
Agenzia CasaClima Bolzano
Alma Mater Università di Bologna
Ordine Architetti P.P.C. di Roma e Provincia
ANCE
Formedil